“Un successo la manifestazione europea contro taglio riposo autisti”

in Associazioni - Enti - Istituzioni

“Siamo in tantissimi qui in corteo a Strasburgo oggi: è un segnale chiaro che il Parlamento europeo non può permettersi di ignorare”, così dichiara Maurizio Diamante, Segretario nazionale della Fit-Cisl, dalla manifestazione di Strasburgo organizzata dalla Etf, la Federazione europea dei lavoratori dei trasporti a cui Fit-Cisl è affiliata, contro la proposta della Commissione europea ai Trasporti di ridurre il tempo di riposo degli autisti di camion e autobus a lunga percorrenza e di peggiorare le condizioni di distacco transnazionale per i camionisti, proposta che sarà votata dal Parlamento europeo il prossimo 4 giugno.

“Gli autisti, soprattutto quelli di camion, fanno una vita durissima – prosegue Diamante – La maggior parte di loro sono est europei sfruttati, che dormono e mangiano sui loro tir e guidano anche 18 ore al giorno per strappare uno stipendio decente per le loro famiglie. Spesso ricorrono ad alcol e droghe per sopravvivere ai turni massacranti.
Chi ci guadagna sono le letter box companies, aziende anche italiane con residenza fittizia nei paesi dell’Europa dell’Est: in questo modo guadagnano due volte, sottopagando i lavoratori ed eludendo il fisco dei paesi in cui operano, quindi anche il nostro. Nel frattempo, le aziende che rispettano le regole stanno chiudendo, decimate da questa concorrenza sleale.
È incomprensibile che l’Europa, in questo momento in cui da più parti è messa in discussione così com’è, si ponga l’obiettivo di peggiorare ulteriormente le già difficili condizioni di vita e di lavoro di milioni di autisti di camion e autobus. Chiediamo il ritiro immediato della proposta della Commissione e l’apertura di un tavolo con i sindacati europei per dare più diritti e tutele a questa categoria di lavoratori”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*