Unatras scrive a Lupi e Girlanda

Si incontreranno nella giornata di giovedì 13 febbraio ma intanto Unatras ha deciso di anticipare i tempi e di elencare, in una lettera inviata al ministro delle infrastrutture ed ai trasporti Maurizio Lupi ed al sottosegretario Rocco Girlanda, l’elenco delle problematiche che ancora attendono una risposta concreta.

“Rimarchiamo la necessità impellente di fronteggiare l’uso distorto del cabotaggio stradale e del distacco transnazionale degli autisti e di tutte le problematiche connesse all’intermediazione, all’abusivismo ed al lavoro nero. Aggiungiamo la necessità – si legge nella lettera – di intervenire sull’aumento, ingiustificato quanto spropositato, dei pedaggi a partire dal primo gennaio. Siamo ancora in attesa di conoscere come il ministero intenda applicare lo sconto annunciato del 20% e di una risposta da parte di Aiscat per l’incontro con le associazioni di rappresentanza. Ribadiamo l’urgenza di tangibili interventi per una più congeniale rimodulazione del piano neve e del calendario dei divieti di circolazione. In merito alle problematiche dell’autotrasporto nelle isole, nel richiamare anche in questo caso l’urgenza di mirati e sostanziali interventi che garantiscano la continuità territoriale, ci riserviamo di valutare gli esiti del primo e specifico tavolo tecnico-politico convocato per il giorno 11 febbraio. Ricordiamo inoltre l’impegno assunto per superare le attuali criticità riconducibili al Sistri. Infine – chiude l’associazione – apprezziamo l’emanazione delle Direttiva del Ministro Lupi e l’intervento nella Legge di Stabilità 2014 che dovrebbe agevolare l’azione degli organi preposti ai controlli al fine di garantire il rispetto dei tempi di pagamento da parte della committenza ma, a tale specifico proposito, chiediamo di verificare l’effettivo contributo che le innovazioni introdotte apporteranno per far sì che le imprese committenti paghino i servizi di vezione nei tempi previsti dalla vigente normativa. Per questo motivo vi chiediamo di dare garanzia affinché vengano effettuati specifici monitoraggi in merito ai risultati degli accertamenti all’uopo predisposti e di venire puntualmente informati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × cinque =