Il Terzo Valico è l’opera più costosa dell’asse Ue Reno-Alpi

Uno studio tecnico pubblicato da Bruxelles, in vista della valutazione politica su prioritè ed ostacoli per la realizzazione dei tratti mancanti dei nove corridoi Ten-T, rivela che, con una spesa di 6,2 miliardi, il Terzo valico o valico dei Giovi, fra Liguria e Piemonte, è l’opera più costosa del corridoio di trasporto transeuropeo Reno-Alpi. 
Il valico dei Giovi fra Genova e Tortona, a differenza di altri progetti, riguarda – riferisce l’agenzia ANSA – tutte le modalità di trasporto e categorie di progetto per stato membro, inoltre costituisce uno dei due collegamenti mancanti fra i 26 colli di bottiglia identificati nel corridoio. L’altro collegamento ancora da costruire è la linea dell’alta velocità Rhein/Main-Rhein/Neckar fra Francoforte e Mannheim, che costa 2,183 miliardi.

Il valico dei Giovi consiste in una tratta lunga circa 53 km, in maggior parte tunnel, che risponde a criteri di una linea ad alta velocità e ad alta capacità. Secondo lo studio, la realizzazione del nuovo valico (fra 2011 e 2025) “consentirà di ripianificare il traffico ferroviario dell’area intorno al porto di Genova, migliorando in maniera consistente i collegamenti per le merci su ferro dall’area marittima verso gli hub europei e le principali destinazioni in Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto − sei =