Varato il decreto per il rispetto dei diritti dei passeggeri degli autobus

Nella giornata di oggi, venerdì 8 agosto 2014, il Consiglio dei ministri ha approvato lo schema di decreto legislativo, approntato dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Maurizio Lupi, per il regolamento che sanziona le violazioni dei diritti dei passeggeri del trasporto effettuato con autobus (Regolamento CE n. 181 del 2011).

Tale provvedimento può essere definito lo strumento che rende operativa la carta dei diritti di chi viaggia sugli autobus. La norma è necessaria per rendere effettiva l’applicazione del regolamento comunitario n. 181/2011 che prevede la costituzione di un organismo di controllo, individuato nell’Autorità dei trasporti, che adotta le misure per garantire una serie di obblighi a carico delle imprese di trasporto a tutela dei passeggeri. Le imprese che violano gli obblighi previsti dal decreto vanno incontro ad ammende che possono arrivare a migliaia di euro.

Il nuovo decreto stabilisce anche precisi obblighi, per le imprese, per garantire il diritto di trasporto delle persone diversamente abili o a mobilità ridotta. Altre specifiche sanzioni riguardano la violazione degli obblighi inerenti i reclami (da 300 a 1500 euro). I passeggeri, infatti, dopo aver inoltrato reclamo all’impresa di trasporto, possono presentare, trascorsi novanta giorni, reclamo all’Autorità dei trasporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 8 =