Via libera del CIPE all’autostrada Orte-Mestre

Il  CIPE ha approvato oggi il progetto della Orte-Mestre, un asse viario fondamentale per l’Italia (attualmente noto come E45), che rientra nei corridoi europei dei progetti TEN-T. Un’autostrada di 396 km che collega la dorsale tirrenica con quella adriatica in direzione nord-sud attraversando 5 regioni (Lazio, Umbria,Toscana, Emilia Romagna e Veneto), interessando 11 provincie e 48 comuni. Il costo complessivo dell’opera  ammonta a 9 miliardi e 844 milioni di euro.

“La novità di quest’opera – ha sottolineato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi – è che si tratta di un’opera di interesse pubblico realizzata in project financing, il cui costo quindi è completamente coperto da capitali privati. Il contributo dello Stato è indiretto e si concretizza nella forma della defiscalizzazione per Ires e Irap”.

I tempi di realizzazione prevedono ora l’approvazione da parte della Corte dei conti, un bando internazionale pubblico bandito entro l’aprile 2014 con sei mesi di tempo per l’assegnazione, e l’inizio dei lavori – la cui durata è prevista in sei anni – nel primo trimestre del 2015.

“Nel decreto del fare – precisa Lupi  – abbiamo abbassato da 500 a 200 milioni di euro la soglia di costo delle opere alle quali sarà  possibile applicare la norma sulla defiscalizzazione, rendendo così accessibile questo importante strumento non solo a grandi opere come la Orte-Mestre, ma anche a opere più piccole e puntuali sul territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 18 =