I traslocatori vogliono l’Albo

Nell'annuale convegno dell'associazione nazionale di categoria dei Traslocatori italiani AITI (che aderisce a Confetra e rappresenta oltre 100 aziende del settore) svoltosi il 9 novembre 2012 a Roma è emersa chiara la richiesta del riconoscimento della specificità dell'attività di trasloco all'interno dell'autotrasporto di merci attraverso l'stituzione di una Sezione Speciale relativa, appunto, all'attività di trasloco. (altro…)
Read more
  • 0

Il TAR del Lazio decide ancora di non decidere

Era attesa da tutti gli addetti ai lavori per oggi la tanto sospirata sentenza del TAR del Lazio in merito alla richiesta di sospensione e abolizione dei costi minimi dell'autotrasporto da parte di Confindustria, Confetra ed altre associazioni. (altro…)
Read more
  • 0

Aree di sosta dell’autotrasporto, c’è tempo fino al 26 novembre

L'Albo degli autotrasportatori conto terzi informa attraverso il proprio sito web che è stato prorogato al 26 novembre il bando per cofinanziare la realizzazione di aree di sosta o l’ampliamento e l’adeguamento di quelle già esistenti rendendole compatibili con le esigenze dell'autotrasporto. (altro…)
Read more
  • 0

I costi minimi dell’autotrasporto NON devono essere aboliti

E’ iniziato il countdown, la febbre sale. Mancano poche ore al fatidico 15 novembre 2012, data in cui il TAR del Lazio annuncerà la propria sentenza in merito alla richiesta esposta da alcune associazioni della committenza in merito all’abolizione dei costi minimi dell’autotrasporto, cioè di quell’unica, seppur flebile, forma di tutela rimasta agli autotrasportatori da quando sono state abolite le tariffe obbligatorie. Il 26 ottobre scorso il TAR ha già respinto la richiesta di sospensiva delle delibere sui costi minimi relative al periodo intercorso tra novembre 2011 e giugno 2012, così come avevano richiesto Confindustria e le altre associazioni che hanno presentato il ricorso, con la seguente motivazione: "In una prospettiva di bilanciamento degli interessi in questione, il pregiudizio lamentato dai ricorrenti non è tale da giustificare l'adozione della richiesta misura cautelare, a fronte della dichiarata finalizzazione dei provvedimenti impugnati alla salvaguardia del pre…
Read more
  • 0

Quote Albo 2013, tra aumenti e pagamenti RIGOROSAMENTE on-line

Ogni autotrasportatore lo sa. Entro il 31 dicembre di ogni anno bisogna versare la quota per mantenere l’iscrizione all’Albo Autotrasportatori di Cose per conto di terzi. Sono molti anni, è vero, che gli importi da versare non subiscono aumenti. Ecco, sarebbe più corretto dire che erano molti anni che le quote non subivano aumenti perché le quote per il 2013, da versare rigorosamente entro il 31 dicembre 2012, hanno subìto un sostanzioso aumento. (altro…)
Read more
  • 0

Autotrasportatori sul piede di guerra: torna lo spettro dei blocchi

Traffico merci minacciato a partire dal 24 e fino al 28 novembre in Sicilia e Calabria. Un fronte comune che creerà disagi e disservizi PALERMO – Tornano sul piede di guerra gli autotrasportatori, che minacciano il blocco dei trasporti dal 24 al 28 novembre in Sicilia e in Calabria. A fermare il traffico merci questa volta non saranno solo i padroncini aderenti all’Aias, Associazione imprese autotrasportatori siciliani, ma anche quelli dell’Aitc, Associazione imprese trasportatori calabresi. Ma alla serrata hanno aderito anche altre sigle delle regioni meridionali. Un fronte comune che non mancherà di creare disagi e disservizi, come già sperimentato negli anni precedenti. (altro…)
Read more
  • 0

Costi minimi, le modifiche all’83/bis sono legge

Decreto legge 6 luglio 2012, n. 95 – modifiche all’art. 83-bis L. n. 133/2008 e conferma per il 2013 delle risorse per il settore Con la pubblicazione sul S.O. n. 141 della Gazzetta Ufficiale n. 156 del 6 luglio 2012 del Decreto Legge specificato in oggetto “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadii”, dal 7 luglio 2012 sono entrate in vigore importanti modifiche all’art. 83bis, sui costi minimi (art. 12, comma 80) e sono state altresì confermate anche per il 2013 le risorse per il settore, pari a 400 milioni di euro, che saranno successivamente ripartire con decreto del Ministro delle infrastrutture e trasporti con il Ministro dell’economia e della finanze (art. 23, comma 1). Le modifiche all’art. 83 bis riguardano principalmente le sanzioni di cui ai commi 14 e 15, che sono stati integralmente riformulati. Nel dettaglio, il precedente impianto sanzionatorio che prevedeva l’esclusione dai benefici fiscali e previdenzi…
Read more
  • 1